Mag 262015
 

The Manhattan Project

The Manhattan Project è un gioco ambientato verso la fine della seconda guerra mondiale e lo stile grafico sembra da propaganda di quell’epoca.
Proprio la grafica mi ha incuriosito e devo dire che tutto il gioco ha il suo stile.
Siamo una nazione che per dimostrare la propria superiorità partecipa ad una corsa agli armamenti e allo sviluppo di bombe nucleari. Dovremmo competere contro altre nazioni rappresentate dai nostri avversari: costruendo edifici di sviluppo, produzione e potremmo perfino ostacolarli bombardando le loro costruzioni.

Il tema di The Manhattan Project mi ha frenato dall’acquisto fisico del gioco, però ho preso App su Android.
L’interfaccia non è spettacolare: hanno messo in uno sfondo non proprio felice, tutte le parti del gioco come fosse un tavolo di gioco. Ti puoi spostare virtualmente e guardare: le plance degli avversari, le carte bomba da prendere o addirittura i token ammucchiati in un angolo. Un’idea bellissima in quanto molto funzionale ma tecnicamente non realizzata al meglio.

Il gioco è davvero a basso livello di fortuna, in quanto tutto quello che è possibile fare è ben visibile in plancia.

The Manhattan Project ti fa sentire la corsa agli armamenti in quanto guadagna di più chi riesce a fare il primo test di una bomba al plutonio e chi arriva ad un certo numero di punti vittoria vince chiudendo la partita immediatamente.
L’intelligenza artificiale dell’App di Android è ottima nelle prime partite, poi quando ti fai una certa strategia riesci quasi sempre a schiacciarla! Dopo 6 partite tutte vinte di fila ha perso mordente…
In realtà ho vinto tutte le partite senza mai sganciare una bomba o attaccare gli avversari: forse è parte di quello che l’autore voleva rendere sul gioco. Ho vinto sempre e solo dimostrando la superiorità, un po’ come la guerra fredda: se hai le bombe, gli aeri per sganciarle e difenderti, nessuno si sogna di attaccarti è uno spreco di risorse e spazi azione che diventano stretti in certi momenti.
Però sono perplesso, come sempre quando per vincere ci si può dimenticare di una parte di un gioco, non so se giudicare questo una ottima resa dell’autore sul tema o un baco spaventoso del gioco per mancanza di playtest…
The Manhattan Project è un gioco che divide: tema, meccanica e flusso di gioco sono “particolari” e possono piacere e non piacere.
Personalmente mi è piaciuto.

App Ufficiale Android del gioco The Manhattan Project

Sorry, the comment form is closed at this time.