Ott 212015
 

Patchwork

E’ arrivato il momento di farci un bel quilt!
Con questa frase esordisce il recentissimo gioco per soli due giocatori di Uwe Rosenberg.
Gioco compatto, semplice e veloce da giocare ma anche economico ed in questo periodo non guasta!
Dovremmo creare un bel quilt con tanti pezzi di stoffa sparsi, di tipi, forme e colori diversi. Tutto questo richiederà un buona dose di impegno e tempo, nonché una massiccia quantità di bottoni.
Il giocatore che saprà riservarsi le stoffe migliori e combinarle sapientemente in una trapunta finemente cucita, sarà il vincitore.
Devo dire che sono rimasto stupito dal suo autore che dopo titoloni più impegnativi torna ad un titolo più leggero.

I materiali sono buoni e fanno una buona figura sul tavolo. Quando lo vedrete preparato per la prima partita vi sembrerà impossibile che una scatola così piccola possa riempire il vostro tavolo.

La preparazione iniziale è abbastanza veloce. Patchwork è divertente e procede veloce. Davvero divertente combinare i pezzi per riempire i propri spazi creando un piccolo motore di gioco che consenta un certo guadagno.

Il gioco è praticamente un tedesco ad informazione completa e la fortuna non è contemplata. Sembra davvero strano accostare la precedente affermazione ad un gioco così semplice ma è così… Però spesso lo gioco spensierato pensando solo a cosa posso fare nella mia mossa, senza lanciarmi in supposizioni sulle future mosse che farà il mio avversario o a togliere pezzi che gli possono servire.

Il maggior difetto di Patchwork è anche il suo maggior pregio: il numero di giocatori.
Patchwork è il gioco da avere assolutamente se siete spesso in due!!!

Patchwork

Patchwork

Patchwork

Una delle recenti batoste che ho ricevuto dalla mia gentile consorte.