Mar 152016
 

Takenoko: Alternate Art Player Boards
Takenoko: Alternate Art Player Boards

Dopo aver preso il Takenoko – Big Panda per Takenoko non potevano mancare le plance alternative di vari artisti:

  • The gourmet Panda of Naïade (illustrator of Seasons, Tokaido)
  • The panda in Japanese print version of Pierô (Mr. Jack, Dice Town)
  • The panda in its lush jungle of Marie-Anne Bonneterre (La Chasse aux Gigamons)
  • And finally the lazy panda of Miguel Coimbra (7 Wonders, Hyperborea).

Takenoko: Alternate Art Player Boards

Takenoko: Alternate Art Player Boards

Takenoko: Alternate Art Player Boards

Takenoko: Alternate Art Player Boards

Takenoko: Alternate Art Player Boards

Set 302015
 

Ultimamente mi succede spesso: mi arrivano giochi incompleti o con piccoli problemini.
Una volta me ne stavo zitto a meno che il problema non fosse davvero “bloccante”. Purtroppo facendo assistenza per lavoro io stesso e vedendo che i clienti non mi risparmiano nulla ho imparato a chiedere un prodotto in ordine.

E’ il caso di Hanabi, preso nella sua bella scatola in metallo in edizione in Italiano dalla Oliphante.
Piccolo problema con una carta mancate. Avendolo preso on-line ho deciso di contattare la Oliphante direttamente, che devo dire in maniera velocissima mi ha rispedito la carta mancante!
Davvero gentili e molto veloci.

Voto assistenza Oliphante: 9

Mar 232015
 

7 Wonders

In 7 Wonders ogni giocatore gestisce una civiltà del mondo classico che cercherà di far prevalere sulle altre avversarie: costruendo edifici, con l’esercito o completando la meraviglia (da cui il titolo 7 Wonders, ovvero Le 7 Meraviglie).

Il gioco dura 3 ere, in ognuna i giocatori ricevono sette carte da un particolare mazzo, ne scelgono una e passano le restanti carte al giocatore vicino. I giocatori rivelano le loro carte contemporaneamente, pagando o colleziando risorse oppure interagendo con gli altri giocatori in vari modi. I giocatori hanno plance personali con poteri speciali, dove possono organizzare le proprie carte. Queste plance rappresentano le 7 meraviglie e sono a doppia faccia. Il gioco continua in questo modo finché i giocatori non arrivano ad avere giocato 6 carte di quell’era. Dopo 3 ere il gioco termina.

I materiali di 7 Wonders fanno bene il loro lavoro e la bella grafica lo rende molto accattivante.
La scatola è leggermente più piccola delle dimensioni standard.

Il fattore fortuna è presente nella pesca delle carte, ma grazie al draft si riesce a creare una piccola strategia di gioco. Sicuramente è molto avvantaggiato chi ha un po’ di esperienza di gioco, conosce le carte e sa usare bene la concatenazione.

7 Wonders è un gioco semplice ma ben realizzato che permette di far giocare anche chi non è abituato ai giochi in scatola ed inoltre permette un buon numero di giocatori (7 appunto come le meraviglie!!!), scusate se è poco. Uno di quei giochi che leggendo il regolamento non dice molto ma se lo proverete ne resterete entusiasti, pur nella sua semplicità e velocità.
7 Wonders è promosso a pieni volti nella sua categoria!

7 Wonders

Il 7 Wonder Wonder Pack che aggiunge altre 4 plance di gioco.
L’ho acquistato per dare più varietà al gioco, attenzione che Abu Simbel funziona solo con l’espansione Leaders.

 

 

Gen 212015
 

Takenoko

“Alla corte imperiale giapponese, molto tempo fa …
Dopo una lunga serie di controversie, le relazioni diplomatiche tra il Giappone e la Cina sono finalmente in via di risoluzione. Per celebrare adeguatamente questa alleanza, l’imperatore cinese dona al suo omologo giapponese un animale sacro, un panda gigante, come simbolo di pace.
L’imperatore giapponese ha affidato ai membri della sua corte (i giocatori), il difficile compito di avere cura dell’animale mediante l’istituzione di un giardino di bambù a lui riservato. I giocatori coltiveranno i lotti di terreno, li irrigheranno per farci crescere una delle tre specie di bambù (verde, gialla e rosa) con l’aiuto del giardiniere imperiale.
I giocatori dovranno avere pazienza vista la vorace golosità del dell’animale sacro per i succosi e teneri bambù…
Il giocatore che farà crescere più bambù, gestendo i lotti di terreno al meglio, mentre il delicato panda continua ad alimentarsi, vincerà la partita.”
Questa l’introduzione del gioco.

Antoine Bauza persevera nel suo voler arrivare con i suoi giochi alle famiglie e cercare di fare proseliti tra i nuovi giocatori. Il gioco ha una grafica davvero “pucciosa” e molto ammiccante, il che non guasta se riesce a portare al tavolo anche qualche donna.

La fortuna è presente nella pesca delle carte obbiettivo ma nulla di davvero drammatico, anzi è possibile scegliere la tipologia di obbiettivo. Presente anche nella pesca degli esagoni di gioco ma se ne pescano 3 e se ne tiene uno. Un pò quello che succede per Ticket to Ride, la fortuna c’è ma è più facile andare a intralciarsi con gli avversari.

Takenoko è davvero un bel gioco semplice da imparare e facile da giocare.
Capiamoci nulla di tatticamente innovativo ma un bel diversivo leggero e divertente.
Assolutamente consigliato!!!

takenoko