Gen 052015
 

Mercanti di Venere

Questa è la nuova versione di “Merchant of Venus” prodotto nel 1988 dalla Avalon Hill e ideato da Richard Amblen. Il gioco è davvero ambizioso e permette di interpretare i panni di mercanti spaziali. In un ammasso galattico dilaniato dalla guerra sono state riaperte le rotte commerciali e i mercanti più ambiziosi sono pronti a sfruttarle in nome del massimo profitto. Quindi accendete i motori della vostra astronave e sfrecciate verso il teleportale più vicino: è ora di guadagnare crediti!

Mercanti di Venere si presenta in una grossa scatola fuori standard davvero pesante con moltissimi materiali tutti ben curati e due manuali con due regolamenti: uno classico (il gioco del 1988) e uno standard (il nuovo gioco riprogettato).
La mole di questo gioco può davvero spaventare!

I manuali stessi possono davvero impressionare ma secondo il mio parere non vi dovete allarmare. Il regolamento è semplice e da addito a pochi dubbi grazie appunto a tanti esempi. Mercanti di Venere è davvero più facile da giocare che da spiegare. Il setup iniziale non è proprio velocissimo ma non è niente di spaventoso.

La fortuna è praticamente assente nella versione classica, invece è un po’ più presente nella nuova versione standard a causa di eventi e altre situazioni. Nulla però che una buona strategia e un gioco oculato non possa contrastare.

Mercanti di Venere lo si potrebbe consigliare anche a giocatori agli esordi ma a causa del tempo di gioco mi tocca dire che è preferibile ad un pubblico più smaliziato (si parla di circa 3 ore).
Il gioco è davvero ben fatto e le partite piacevoli e divertenti, per cui non posso che consigliarlo a patto che abbiate la compagnia giusto per giocarlo. Devo dire che funziona bene anche da soli, specie nella versione con gli eventi.
Non lasciatevi impressionare e provatelo!

Mercanti di Venere

Sorry, the comment form is closed at this time.