Dic 012014
 

I pilastri della Terra

Tratto dal romanzo dall’omonimo romanzo di Ken Follet: I pilastri della terra è un nuovo gioco di gestione risorse con un ottima tematica. Lo scopo del gioco è costruire la più grande cattedrale del medioevo. Per fare questo si raccolgono materie prime, assumono abili artisti e artigiani, trattano compravendite di materie prime al mercato e magari ci ingraziamo il Re evitando di pagare le pesanti tasse del tempo.

La componentistica è davvero pregevole e svolge molto egregiamente il suo ruolo. Persino i semplici cubetti sono più grandi e belli della media. Inoltre cosa più unica che rara, hanno pensato a tutti gli scomparti adatti a riporre i componenti. Vi posso assicurare che sono poche le case che ci hanno pensato ed è piacevole non dover inventarsi sacchettini, divisori o scatoline per riporre i componenti del gioco dopo l’uso. Davvero un punto a favore!

Il gioco scorre bene e il turno è descritto bene nel manuale. Si potrebbe giocare leggendo il manuale nella stessa sera. La meccanica di piazzamento lavoratori scorre davvero bene e semplicemente vi troverete ad aver terminato un turno di gioco.

La fortuna nel gioco è praticamente inesistente. La pesca delle carte da utilizzare per il turno in corso è stata pensata per avere più varietà di gioco.

Consiglio I pilastri della Terra senza riserve: sia ai giocatori in erba che anche ai nuovi giocatori che però dovranno applicarsi un pochino.
Secondo me, I pilastri della Terra è il miglior gioco di piazzamento lavoratori che potete comprare.
Assolutamente un gioco che non deve mancare nella vostra collezione!

I pilastri della Terra

Sorry, the comment form is closed at this time.