Ott 242015
 

Tiny Epic Galaxies

Tiny Epic Galaxies (TEG) è il terzo acclamatissimo gioco della serie, dopo i successi di Tiny Epic Kingdoms e Tiny Epic Defenders.
Tiny Epic Galaxies porta i giochi Tiny nello spazio. Quindi è arrivato il momento di spiccare il volo ed esplorare lo spazio infinito. Dovrete sviluppate il vostro impero e colonizzate i pianeti per creare la galassia più potente. Un piccolo gioco epico di conquista Galattica per 1-5 giocatori.

I materiali di gioco sono davvero ben fatti con token sagomati in maniera diversa per i diversi usi. Belli i razzi spaziali e ottime le illustrazioni e la grafica. In più visto che avevo partecipato alla raccolta fondi su Giochistarter avevo aggiunto espansioni e token dei razzi a forma di navi di Star Wars.

Il gioco come tutti i Tiny è davvero semplice ma davvero profondo da giocare e con tante situazioni possibili.
I pratica si tirano i dadi e in base alla facce mostrate si attiveranno varie azioni che si possono fare nel proprio turno, pagando una “cultura” gli avversari potranno svolgere l’azione appena fatta. Direi che il gioco è composto dal proprio turno attivo e dal proprio turno passivo quando giocano gli altri. In pratica giochi sempre perché seguire l’attivazione di un dado di un avversario è fondamentale e mi fermo quì per non spoilerare troppo…
Come tutti i Tiny ha il problema delle regole semplici che poi si scontrano con un gioco molto vario con il risultato di avere spesso dubbi sulla loro applicazione.

Il fattore fortuna è presente nel tiro dei dadi, nelle carte obiettivo segreto e nei pianeti da colonizzare. Con le carte si può fare poco ma con i dadi è davvero possibile modificarne il risultato in moltissimi modi, così tanti da rendere un gioco basato sui dadi poco fortunoso.

Tiny Epic Galaxies è davvero il migliore dei Tiny. Bello, bello e bello anche in solitario dove l’ho trovato davvero semplice come gestione dell’intelligenza artificiale, avvincente e difficile quanto basta da rappresentare una sfida. Allo stesso tempo rimane veloce da giocare e bello da vedere.
Se volete un gioco della serie Tiny, Tiny Epic Galaxies è quello da avere!!!

Tiny Epic Galaxies

Tiny Epic Galaxies

Il materiale aggiuntivo bonus

Materiale bonus direttamente dal Kickstarter:
5 galassie aggiuntive per partite in solitaria, carta primo giocatore e due segnapunti.

Materiale bonus non ufficiale:
il tapettino!

Ott 212015
 

Patchwork

E’ arrivato il momento di farci un bel quilt!
Con questa frase esordisce il recentissimo gioco per soli due giocatori di Uwe Rosenberg.
Gioco compatto, semplice e veloce da giocare ma anche economico ed in questo periodo non guasta!
Dovremmo creare un bel quilt con tanti pezzi di stoffa sparsi, di tipi, forme e colori diversi. Tutto questo richiederà un buona dose di impegno e tempo, nonché una massiccia quantità di bottoni.
Il giocatore che saprà riservarsi le stoffe migliori e combinarle sapientemente in una trapunta finemente cucita, sarà il vincitore.
Devo dire che sono rimasto stupito dal suo autore che dopo titoloni più impegnativi torna ad un titolo più leggero.

I materiali sono buoni e fanno una buona figura sul tavolo. Quando lo vedrete preparato per la prima partita vi sembrerà impossibile che una scatola così piccola possa riempire il vostro tavolo.

La preparazione iniziale è abbastanza veloce. Patchwork è divertente e procede veloce. Davvero divertente combinare i pezzi per riempire i propri spazi creando un piccolo motore di gioco che consenta un certo guadagno.

Il gioco è praticamente un tedesco ad informazione completa e la fortuna non è contemplata. Sembra davvero strano accostare la precedente affermazione ad un gioco così semplice ma è così… Però spesso lo gioco spensierato pensando solo a cosa posso fare nella mia mossa, senza lanciarmi in supposizioni sulle future mosse che farà il mio avversario o a togliere pezzi che gli possono servire.

Il maggior difetto di Patchwork è anche il suo maggior pregio: il numero di giocatori.
Patchwork è il gioco da avere assolutamente se siete spesso in due!!!

Patchwork

Patchwork

Patchwork

Una delle recenti batoste che ho ricevuto dalla mia gentile consorte.

Ott 192015
 

Tiny Epic Kingdoms
In Tiny Epic Kingdoms sarete al controllo di un piccolo regno: guiderete la sua crescita ed espansione per diventare il più potente. Purtroppo non sarete i soli ed altri piccoli regni saranno in competizione con voi per la vittoria finale. Avrete diversi modi per raggiungere la vittoria, tutti da tenere controllati.
Il gioco è contenuto in una scatolina davvero “tiny”, quasi tascabile.

I materiali sono buoni e fanno il lavoro. Le illustrazioni purtroppo non mi entusiasmano ma hanno il loro stile e per questo vanno apprezzate.

Il gioco scorre bene ed è semplice da imparare. Davvero semplice da giocare con i turni degli avversari dove anche voi farete qualcosa: un ottima soluzione per tenere tutti impegnati al tavolo. Le razze sono molte e tutte da provare anche se non perfettamente bilanciate.
La guerra sulla carta sembrava un modo divertente di competere per i terreni nel gioco. Purtroppo alla prova si dimostra uno spreco di risorse e ci si accorge presto che è meglio convivere sulla stessa mappa piuttosto che darsi battaglia.

La fortuna non è presente al tavolo, i dadi non vengono tirati ma solo usati come token con un numero segreto.

Tiny Epic Kingdoms è un bel gioco per quello che vuole essere: un filler con qualcosa in più. Peccato però… perchè bastava poco per farlo diventare una piccola gemma.

Tiny Epic Kingdoms

Ott 162015
 

Punto della situazione.

Articoli: Ne ho molti in preparazione ma nessuno pronto. Questo mese ne devo pubblicare altrimenti pubblico “unboxing” di vari giochi. Meglio di nulla!

Giochi: L’idea del gioco a cui sto lavorando mi piace, purtroppo la meccanica base però mi sa di già visto e invece cerco una meccanica davvero nuova!

Smile & Money: Il gioco ha partecipato al Concorso:
Gamehole Board Game Challenge 2015.
Dei 90 partecipanti al concorso Smile & Money è entrato nelle Semi-Finals, in pratica è uno dei 20 giochi che hanno passato la prima selezione con successo, purtroppo non è entrato nei 4 giochi che si contendono la finale.

Bene, mettiamoci al lavoro.